Piemonte Slow

Pinerolo – Saluzzo

Dati:

Tipo percorso: bici

Lunghezza: 42 km

Livello difficoltà (info): medio

Livello sicurezza (info): medio

Tempo medio: 4h 0'

Dislivello in salita: 301 m

Dislivello in discesa: 319 m

Sterrato: 5 %

Fontanelle: Rare

Segnaletica: Insufficiente

Immagini del percorso

Centri collegati

Itinerari che includono il percorso


Descrizione

Il percorso collega due città medioevali importanti per la storia artistica e politica del Piemonte, Pinerolo e Saluzzo, collocate all’ingresso di regioni, il Pinerolese e il Saluzzese, che portano a valli alpine di grande bellezza.

La prima parte del percorso presenta alcuni saliscendi su strada provinciale, passa per il castello di Miradolo e poi per San Secondo, per poi giungere a Bricherasio da dove parte una bella pista ciclabile costruita sulla ex ferrovia Bricherasio-Barge.

Arrivati a Campiglione Fenile la ciclabile si interrompe, e attraverso una serie di stradine di campagna poco frequentate si giunge a Bagnolo Piemonte, e di qui a Barge, passando per estese coltivazioni di frutta.

Dalla frazione San Martino di Barge si prende la strada che costeggia il Monbracco verso Envie, poi si imbocca la via Barge Vecchia, lungo rettilineo tra frutteti che conduce verso Saluzzo. In prossimità della città si incontra il Po, che si supera deviando per un tratto sulla provinciale della valle Po arrivando nel centro di Saluzzo.

Da non perdere: Pinerolo, Saluzzo e, lungo il percorso, il castello di Miradolo, i centri di San Secondo e Bricherasio, la ciclostrada sulla vecchia linea ferroviaria per Barge.


Aspetti positivi e limiti:

+ Percorso piacevole e in buona parte su strade a basso traffico; ottima ciclabile su ex ferrovia da Bricherasio a Campiglione Fenile

Segnaletica inesistente

Opportunità: Migliorare segnaletica; rendere ciclabile tutto il tratto della ex ferrovia Bricherasio-Barge


Tracciato

0 - Stazione ferroviaria di Pinerolo. Girare a sinistra e poi a destra in via Mamiani, che cambia poi nome in via Lequio e infine strada Fenestrelle

1,7 - Svoltare a sinistra in viale 17 febbraio 1848, attraversando prima il torrente Lemina, poi il cavalcavia sulla statale 23, quindi il torrente Chisone

3,2 - Si costeggia il parco del castello di Miradolo

3,4 - Svolta a sinistra su provinciale 164, la strada sale verso San Secondo di Pinerolo

4,8 - A San Secondo di Pinerolo si prosegue su provinciale 164, scendendo verso Bricherasio

7,9 - All'altezza di Cappella Moreri, svolta a destra per via Valdomenica che sale entrando in Bricherasio, e cambia nome in via Vittorio Emanuele II

9,9 - Attraversato il centro di Bricherasio, svolta a sinistra in via Olmetti

10,2 - Inizio ciclabile Bricherasio - Campiglione Fenile, sul tracciato recuperato da una ferrovia dismessa

14,5 - finita la pista ciclabile, svolta a sinistra in via del Boschetto, poi svolta a destra in via Campiglione

17,3 - A Bagnolo Piemonte, svolta a destra in via Airali, poi a sinistra lungo un tratto di pista ciclabile in via Don Milani

18,1 - Svolta a sinistra in via De Gasperi, poi a destra in via Ripoira

19,3 - Svolta a sinistra continuando su via Ripoira, poi a destra su via San Sudario

22,1 - A Barge svolta a sinistra in via Assarti, fino a raggiungere la frazione San Martino

23,6 - Svolta a sinistra su via San Martino, poi alla rotonda si imbocca a destra la provinciale 28 per Envie

26,3 - Svolta a sinistra su via Barge Vecchia, che si dirige diritta verso Saluzzo

35,1 - Svolta a destra per evitare il guado del Po, non sempre praticabile

36,2 - Svolta a sinistra sulla provinciale della valle Po, attraversamento del Po, nuova svolta a sinistra

37,7 - Svolta a destra per riprendere via Barge

40,5 - Svolta a destra in via Sant'Agostino

40,7 - Svolta a sinistra in corso Piemonte, che conduce nel centro di Saluzzo

42,0 - Duomo di Saluzzo